martedì 3 settembre 2013

Di Carne E Di Nulla di David Foster Wallace - Recensione

Da "Una cosa divertente che non farò mai più" a "Considera l'aragosta"; da "Tennis, TV, trigonometria e tornado" a "Il tennis come esperienza religiosa", il saggio letterario e il reportage hanno segnato, in un contrappunto continuo con le opere narrative, la carriera di David Foster Wallace. Questo corposo volume raccoglie tutta la sua non­fiction inedita, che spazia dalle riflessioni sull'arte, e il suo ruolo nel mondo di fine millennio, a considerazioni sul cinema e note di costume. E include anche le interviste rilasciate al critico Larry McCaffery e alle riviste "Salon.com" e "The Believer", nonché un'esilarante conversazione con il grande regista Gus Van Sant.




a cura di G.L.

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento