venerdì 28 giugno 2013

La Casa Stregata di H.P.Lovecraft - Recensione

Questo è senza dubbio uno dei racconti più celebri del maestro dell'incubo, egli si ispirò a una casa realmente esistita che il grande ed altrettanto famoso Edgar Allan Poe vedeva durante le sue passeggiate incurante di quanta oscurità ci fosse al suo interno.
Infatti, nella cittadina di Providence si ergeva su di una collinetta questa casa maledetta che per anni ha ucciso chiunque l'abitasse. Orrore, morte, magia, occulto e disperazione sono solo alcuni dei temi che il grande Lowcraft tratterà in questo libro e che lo ha reso uno dei più letti e preferiti in tutto il mondo, e dal quale sono stati realizzati una serie di film altrettanto spaventosi. Riuscirà quindi il nostro curioso protagonista a liberare la città da questa incombente dimora spaventosa? Non vi resta che leggerlo e lasciarvi trasportare dall'incubo.
In questo volume è presente un secondo racconto molto inquietante, L'orrore a Red Hok, dove Malone, il poliziotto più famoso della città si ritrova alle prese con una serie di strane sparizioni di bambini e da un gruppo di immigrati clandestini che usavano riunirsi in una chiesa sconsacrata per venerare Lilith, il loro dio, e per offrirgli organi umani in sacrificio.
Questi due racconti sono considerati tra i migliori scritti da Lovecraft, egli ci fa risalire ai recessi più oscuri e soprannaturali che si trovano alle radici dell'animo umano, facendo riaffiorare in noi gli incubi e le angosce che cerchiamo di respingere.

In conclusione, mi sento di consigliarvi queste letture per aprire in voi uno spiraglio di curiosità verso questo scrittore che è stato appunto considerato "il grande maestro dell'occulto" e che vi terrà sicuramente col fiato sospeso.



A cura di Lizzy

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento