mercoledì 27 marzo 2013

Micro di Michael Crichton - Recensione

Non poteva che essere accolto così l’ultimo libro del celebre scrittore Michael Crichton, un thriller mozzafiato che, stando alla critica, ritrova il genere e lo stile probabilmente più amato dai lettori dell’autore americano, quello di Jurassic Park, della natura sovrana ed ostile. Micro è l’ultimo romanzo scritto dalla penna di Crichton, che con tenacia e difficoltà ha cercato di superare la propria malattia per terminare il lavoro e dedicarlo, infine, al figlio che stava per nascere. Purtroppo, il tumore è stato più forte delle intenzioni eMicro non era ancora terminato.


La giovane moglie, Serri Crichton, ha così chiamato Richard Preston, pluripremiato giornalista scientifico, per sottoporgli l’opera e chiedergli di concluderla partendo dal diario di appunti che lo stesso Crichton teneva, dove erano abbozzati i suoi personaggi, le loro storie e le dinamiche principali del thriller.
Micro è stato così completato grazie a Preston e i fan di Crichton avranno la possibilità di assaggiare l’ultimo, indimenticabile, libro dell’amato scrittore.

La trama

Honolulu, Hawaii. All’interno dell’ufficio di un avvocato dell’isola tutto tace, tutto sembra tranquillo. Se non fosse per tre cadaveri riversi sul pavimento. Sul loro corpo non sono visibili segni di colluttazione, ma solo dei tagli molto piccoli, netti, ma al contempo piuttosto profondi.
Sul luogo del delitto la polizia non trova nulla, a parte robot dalle dimensioni quasi microscopiche, che però racchiude in sé un arsenale minaccioso: lame affilatissime, le stesse che potrebbero aver causato i tagli ai tre uomini. I responsabili del caso brancolano nel buio, ignorando che quel piccolo robot possa essere la causa reale degli omicidi.
La Nanigen Micro – Technologies è una società che si occupa di microtecnologie mediche e, proprio nel profondo della foresta hawaiana, nasconde la sua base segreta dove si stanno sperimentano della nuove apparecchiature top secret, finanziate da un’operazione rivoluzionaria dagli investimenti occulti, che mira a studiare le forme di vita del sottobosco per sfruttarne le risorse a scopo medicinale. E per difendere questo progetto i dirigenti della Nanigen sono disposti a tutto, anche ad uccidere.
Ma per portare avanti gli esperimenti e le ricerche occorrono nuove forze, ignari scienziati pronti a mettersi inconsapevolmente in gioco. Così viene reclutato un gruppo di sette dottorandi dell’università di Harvard capitanati da Peter Jansen, esperto di veleni, e da Karen King, aracnologa. I giovani, una vota giunti alle Hawaii, si ritroveranno catapultati all’interno di un pericoloso esperimento scientifico, costretti a fronteggiare una natura sorprendentemente ostile e sconosciuta con l’unica arma in loro possesso: la conoscenza del regno animale e vegetale.

Note sull’autore
Michael Crichton nasce a Chicago nel 1942 e, dopo una lunga malattia, muore nel 2008 a Los Angeles all’età di 66 anni. Laureto in medicina ad Harvard, ben presto si accorge che non è quella la sua strada, e punta tutto sulla scrittura: suoi i best seller come Jurassik Park, ma non ha disdegnato di lavorare anche come regista e sceneggiatore.
Micro è il suo ultimo thriller, edito da Garzanti e pubblicato postumo, ma al quale Crichton ha lavorato fino alla fine, con l’intenzione di lasciare un regalo al figlio non ancora nato: Micro, infatti, è dedicato proprio a Junior, l’ultimogenito dello scrittore.

a cura di M.B.

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento