sabato 3 agosto 2013

Ossessioni di Patrick Suskind - Recensione

Una giovane pittrice agli esordi viene tacciata da un critico di "mancanza di profondità": la ricerca della profondità si trasforma in un'idea fissa che la condurrà a soluzioni estreme. Un pensionato parigino trascorre le sue giornate giocando a scacchi, tormentato dal pensiero dominante di vincere: una vittoria che gli costerà la solitudine. Un vecchio orafo è ossessionato dall'idea che il segreto del mondo sia racchiuso nele forme ammalianti delle conchiglie: la Conchiglia è il principio metafisico su cui tutto si basa, ed è anche la malattia che lo sta distruggendo.





A cura di S.T.

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento