martedì 18 marzo 2014

La Piedra de la Locura - Poesie Scelte di Alejandra Pizarnik - Ebook Gratuito

Nata nel 1936 a Avellaneda, vicino a Buenos Aires, di origine ebraica, morì suicida nel 1972. Studiò lettere, filosofia e arte;
Visse per un certo periodo a Parigi, collaborando a “Les lettres nouvelles” e a “Nouvelle revue francaise”. Il suo esordio letterario risale al 1955 con La tierra mas ajena (poi ripudiato), ma è con La ùltima inocencia (1956) e Las aventuras perdidns (1958) che il «ricordo» dell’origine tragica del linguaggio poetico rivela alla «piccola argentina» (così Alejandra definisce se stessa) la strada da percorrere e i luoghi deputati alla sosta.
I suoi temi preferiti sono: la notte, l’innocenza perduta, la solitudine, la gioia preclusa esplorati con un linguaggio intriso di morte. «Signore/La gabbia si è fatta uccello/e ha divorato le mie speranze». Dal 1960 al 1964 Alejandra vive a Parigi, ove stringe amicizia con Julio Cortàzar, che le dedicherà alcune tra le sue poesie più belle; ed è tra Los trabajos y las noches (1965; titolo sintomatico delle predilezioni dell’autrice) ed El infierno musical (1971; ultima opera pubblicata in vita) che la ricerca si consolida e la riflessione sulla morte si fa più spietata e dura. Ma è in “Extracción de la piedra de lo cura” (1968), nonché nei numerosi testi postumi coevi, che l’abbandono alejandrino alla tragedia del linguaggio riscuote il premio più alto, battendo e ribattendo, instancabile, limiti saputi, e imbattendosi in potenzialità inaspettate.

Poesie Scelte:

    Da questa sponda
    Desde esta orilla
    Poesia
    Poema
    Chi Illumina
    Quien Alumbra
    Comunicazioni
    Comunicaciones
    Occhi Primitivi
    Ojos Primitivos
    L’Inferno Musicale
    El Infierno Musical
    La Parola del desiderio
    La Palabra del deseo
    In un Esemplare de “Le Chants de Maldoror”
    En un Ejemplar de “Le chants de Maldoror”
    Scritto nel crepuscolo
    Escrito en el crepùscolo
    Senza Titolo
    Sin Titulo




Disponibile gratuitamente in formato PDF ed EPUB.

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento