giovedì 8 agosto 2013

Cuore Di Cane di M.Bulgakov - Recensione

Un racconto, a mio avviso, straordinario, ricco nei dettagli e nelle descrizioni dei personaggi ed eventi.Devo dire, che mi ha affascinato fin  da subito.Questa storia bellissima,  narra delle avventure di un povero cane randagio, Pallino, che vive per strada costretto a nutrirsi di scarti e a subire le imprecazioni e le bastonate dei cittadini. Un giorno, viene raccolto per strada dal famoso scienziato Preobrazenskij, che lo accudirà e lo nutrirà rendendolo il cane più bello e felice di tutta Mosca, ma egli, haimè, non sa le vere intenzioni del suo nuovo padrone, ed il motivo che  lo abbia spinto a prenderlo con se, incurante del suo aspetto fisico così tanto malridotto. Sarà, appunto in una di quelle famose sere dove , prima della solita abbondante cena, il povero Pallino, sarà operato e trasformato in un uomo. Il suo esperimento, ha apparentemente un esito positivo, ma l'animale prescelto, conserverà ancora, tutta la sua natura canina, causando una serie di gravi problemi al professore. Non sarà quindi, la bestia a diventare più nobile, bensì è lo spirito umano che si abbasserà al livello canino, o magari semplicemente, l’uomo è più crudele ed insensato di qualsiasi animale. Questa storia, altro non è che un racconto affascinante che si tiene in equilibrio tre la satira del teatro e la precisione scientifica dello scrittore, sprofondando nel grottesco. Mi sento, quindi, come sempre, di consigliare questo libro a tutti gli amanti del genere e a chiunque abbia voglia di lasciarsi trasportare da un racconto sensazionale come questo di Bulgakov, fatto di ricche descrizioni e dialoghi dettagliati, e solo dopo averlo finito, vi consiglio, di guardarne il famoso film, per poter analizzare voi stessi la magnifica opera che Michail A. Bulgakov ha realizzato.


a cura di Lizzy

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento