giovedì 29 agosto 2013

Moon Walk di Michael Jackson - Recensione

Per l’anniversario del suo compleanno, avrebbe compiuto 55 anni il 29 Agosto, ho deciso di recensire uno dei libri del mio artista preferito, Michael Jackson, l’unico, inimitabile, Re del Pop.
Nonostante ce ne siano molti di libri in giro, questo è l’unico autobiografico e scritto da lui.
In questo libro, decide di sollevare il velo di mistero che lo avvolgeva e con sincerità e coraggio si è aperto al pubblico che tanto lo ha amato quanto “criticato” ripercorrendo tutti i momenti difficili della sua vita.
Dal suo debutto con i Jackson 5, prima nei locali notturni di Chicago e poi come superstar della Motown fino al successo come solista.
Descrive con sincerità ciò che ispira le sue canzoni, i movimenti elettrizzanti del suo modo di ballare e l'impulso irrefrenabile alla creatività che l'hanno reso una delle più grandi star della musica e una leggenda del nostro tempo.
Egli racconta della sua vita privata, dei suoi amici intimi, delle sue giornate spensierate, dei suoi giochi preferiti, i viaggi con i fratelli, le vacanze, i suoi tuor, la sua voglia di essere libero, il suo doloroso isolamento dovuto alla celebrità, i suoi primi amori, delle operazioni chirurgiche e di tutte le cattiverie e le menzogne maligne cui è stato costretto a sopportare per via della stampa e dei paparazzi.
Inoltre, è ricco di foto di famiglia e di un disegno realizzato dallo stesso Michael.

Questo libro, vi apre un mondo sconosciuto verso questo artista e vi accorgerete che tutte le cattiverie dette sul suo conto sono solo frutto di persone malvagie pronte a tutto per i soldi!
Finirete per amarlo e rispettarlo come me, che lo seguo da oltre vent’anni e scoprirete quanto di buono c’era nel suo cuore e quanto male ha dovuto subire.
Mi sento quindi, di consigliarlo a tutti gli scettici e creduloni che fino a poco fa credeva a quello che raccontavano i giornali e di ricredersi!
E per chi non lo sapesse questo non è un libro postumo, infatti, è stato scritto nel 1988 insieme a Robert Hilburn e Stephen Davis ma nessuno lo ha considerato.
Ora che purtroppo non c’è più, regaliamo un sorriso a questo artista che col suo amore per la musica ma soprattutto per il mondo ci ha regalato i successi più grandi di questo pianeta;

Grazie Michael e Buon Compleanno! (29 Agosto 1958- 25 Giugno 2009).
    
                                                                                     Recensione realizzata da Lizzy

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento